Cyrano al Teatro Quirino di ROMA, dal 22/01 al 10/02

Cyrano de Bergerac approda a Roma, al Teatro Quirino dal 22 gennaio al 10 febbraio 2013.

Ecco un mix delle recenti recinsioni sull’evento.

“La timidezza, l’abilità con la spada, l’amore segreto per la cugina Rossana e la tarda presa di coscienza dei propri sentimenti sono l’occasione per il bravo Preziosi di mostrare il proprio talento. Dalla soap opera al teatro classico, la versatilità di questo volto napoletano è notevole, sostenuta anche da un testo che unisce lacrime e sorrisi con quello spirito tutto sentimentale del tardo Ottocento.” così scrive Cinquegiorni.it .

Continua Labcreativity.it : “[…] Ad interpretare il fiero personaggio seicentesco è il poliedrico Alessandro Preziosi, attore italiano di successo che non ci delude e che ci offre un’interpretazione davvero magistrale. Lo spettacolo ha debuttato il 22 gennaio 2013, al teatro Quirino, in pieno centro storico romano. Le repliche saranno disponibili fino al 10 febbraio nella stessa sede, dopo che la rappresentazione ha fatto il giro dei maggiori teatri italiani, in una tournée che è risultata essere molto fortunata. Con un bell’allestimento delle scene, una resa dei costumi e dell’ambientazione molto appropriata, lo spettacolo ha dato modo agli attori di entrare perfettamente nella parte. Oltre al noto protagonista, il resto del cast ha una provenienza artistica validissima. Infatti Preziosi, nel suo debutto alla regia, ha voluto curare ogni dettaglio per offrire al pubblico il miglior prodotto possibile: tra gli elementi innovativi dello spettacolo spicca la partecipazione di otto giovani attori diplomati alla Link Academy, affiancati da un cast di comprovata esperienza. Tutto recitato in rime, come da tradizione, lo spettacolo offre un’ottima rivisitazione dell’opera.”

Ottime impressioni anche per La nouvelle vague che nella sua recinsione “Cyrano de Bergerac: la bellezza dell’anima” sottolinea: “[…] Un testo di particolare spessore che mette in evidenza le insicurezze dell’uomo, quelle di eroe e fine dicitore, e della forza dei sentimenti di una donna pronta a sfidare la morte, a cui non basta innamorarsi della bellezza esteriore ma essere sedotta dall’animo.                                                                                                                                                                                                                                                   Suggestiva la scena di apertura in cui il personaggio si presenta al pubblico nell’ombra durante la sua vestizione caratterizzata in ultimo dal pennacchio, e quella del balcone in cui emerge in maniera netta l’abilità poetica e a tratti ironica di Cyrano.                               

Toccante invece, la morte di Cristiano e la disperazione di Rossana, che si conclude con un grande telo di seta che segna la fine della vita e della storia tra i due.                                                                                                                                                                                                                        Una scelta di privilegiare dialoghi e monologhi rispetto alle scenografie semplici ed essenziali, che riprende la peculiarità della commedia, in cui il vero valore non è dato dal senso estetico ma dall’essenza  profonda delle parole e dell’animo.                                            

A Preziosi va il merito di essere riuscito a portare in scena un testo teatrale di notevoleimpegno, che racchiude nelle sua  persona le caratteristiche fondamentali del personaggio, a cui è mancato la particolarità del naso che rende unico Cyrano.”

Vi consigliamo inoltre questo speciale di Rai News, interamente dedicato allo spettacolo.“Al Teatro Quirino a Roma in scena fino al 10 febbraio il Cyrano, interpretato diretto e prodotto da Alessandro Preziosi in coproduzione con il Teatro Stabile d’Abruzzo. Laura Tangherlini ha intervistato Alessandro Preziosi.”

Recensione tratta da Corriere dello spettacolo.com: ” Cyrano de Bergerac” di Alessandro Preziosi. Cyrano, il Poeta e moschettiere senza “nasone”. Di Elisa Poccetti

(Roma, Teatro Quirino Vittorio Gassman.Venerdì 25 gennaio 2013)

Inno all’Amore, canto all’Arte, il “Cyrano de Bergerac” è sempre uno dei più importanti testi teatrali, dove è l’Amore per Rossana del Poeta e spadaccino Cyrano, che, vergognandosi del suo aspetto fisico (la bellezza esteriore gli manca), nasconde il suo sentimento dietro il personaggio di Cristiano, prestando a questo le parole poetiche che Rossana non sa essere scritte dal protagonista. Solo alla fine lo scoprirà, ma ormai sarà troppo tardi, perché Cyrano muore per le ferite riportate in battaglia, e lo farà in piedi, vincitore anche nella morte oltre che nella sua avventurosa vita di moschettiere; muore sotto la luna piena: sotto la luce della Poesia.

La regia di Alessandro Preziosi, anche protagonista dello spettacolo, funziona, è organica e ci propone un Cyrano in un certo senso classico, dalle scenografie semplici, dal disegno luci ben distribuito sul palcoscenico, dalle musiche suggestive. È un Cyrano senza il consono “nasone” posticcio e sembra quasi che il bel Preziosi voglia così ironizzare sul suo unico piccolo difetto fisico, il naso un po’ grosso insomma. L’interpretazione dell’attore-regista è ottima, mentre Benjamin Stender, nel ruolo di Cristiano, rimane un po’ in ombra, d’altra parte è la stessa partitura drammaturgica che lo pone in una dimensione subordinata rispetto a Cyrano. Brava anche Veronica Visentin nei panni di Rossana, donna delicata e forte ed emancipata allo stesso tempo, una donna moderna, che esce in qualche modo dal suo tempo.
In definitiva un bello spettacolo al Teatro Quirino di Roma, dove Alessandro Preziosi tiene a ricordare del suo impegno per l’associazione “Adricesta Onlus”, (l’Associazione per la Ricerca Italiana Cellule Staminali Trapianto Assistenza).
Elisa Poccetti

Intervista al nostro “Cyrano”.
IL SETTIMANALE LAZIO,andato in onda il: 02/02/2013 (Dal minuto 00:23:07)                                                                                           

(*Clicca nell’immagine per visualizzare l’intervista)

Il Trucco e l’Anima“, sabato 2 febbraio 2013
(cronache di cultura e spettacolo, conduce Carlotta Tedeschi)
“[…] L’attore Alessandro Preziosi, attualmente in scena al Teatro Quirino di Roma con il “Cyrano de Bergerac” ci aiuta a ragionare sull’amore ai tempi di Facebook.”
PER RIASCOLTARE L’INTERVISTA clicca qui!

Continuate, dunque, a seguire le nostre fanpages per rimanere aggiornati sulla tournèe. A breve nuovi aggiornamenti e recinsioni riguardo la tappa di Roma.

—————————————————————————————————————–

Cyrano de Bergerac arrives in Rome at the Teatro Quirino from 22 January to 10 February 2013.                                                                                                                                                                                                                                                                  “Shyness, skill with the sword, the secret love for his cousin Rossana and the late awareness of their feelings are an opportunity for the good Preziosi to showcase their talent. From soap opera to classical theater, the versatility of this Neapolitan face is remarkable, supported by a text that combines tears and smiles with all the sentimental spirit of the late nineteenth century [..] ” writes Cinquegiorni.it.

Labcreativity.it continues: “[…] To interpret the fierce character XVII century is the versatile Alessandro Preziosi, Italian actor of success that does not disappoint and offers us an interpretation truly masterful. The show premiered January 22, 2013, the Teatro Quirino, in the historic center of Rome. replicas will be available until February 10 at the same venue, after the representation has made the rounds of the major Italian opera houses, in a tour that turned out to be very lucky. bell’allestimento With a scenes, a surrender of the costumes and the setting very appropriate, the show gave way to the actors to fit perfectly in the part. Besides the well-known character, the rest of the cast has a very valid artistic origin. Preziosi, in fact, in his directorial debut , wanted to take care of every detail to offer the public the best product possible between the innovative elements of the show stands out the participation of eight young actors graduated from the Academy website, supported by a cast of proven experience. starred in All rhymes, as usual, the show provides an excellent review of the work. “

Good impressions also for La nouvelle vague that in its hedge “Cyrano de Bergerac: the beauty of the soul,” notes: “[…] A text of particular thickness that highlights the insecurities of the man, the hero and end speaker, and the strength of the feelings of a woman ready to defy death, which is not enough to fall in love with outer beauty but be seduced from the soul. Striking the opening scene in which the character is presented to the public in the shadows during his dressing characterized recently by plume, and that of the balcony which shows in a clear way the poetic skill and sometimes ironic Cyrano. touching the other hand, the death of a Christian and the despair of Rossana, which ends with a big sheet of silk marks the end of life and history between the two. A decision to focus on dialogues and monologues with respect to the production design simple and basic, which incorporates the features of the play, in which the true value is not given by the aesthetic sense but the essence of the deep words and soul. Preziosi has the merit of being able to stage a play on a major effort, which includes in his person the fundamental characteristics of the character, which is not the peculiarity of the nose that makes it unique Cyrano. “

We also recommend this special of Rai News, dedicated to the show.
“AtTeatro Quirino in Rome on stage until February 10 Cyrano, starring directed and produced by Alessandro Preziosi in co-production with the Teatro Stabile d’Abruzzo. Tangherlini Laura interviewed Alessandro Preziosi.”

Review taken from Corriere dello spettacolo.com: “Cyrano de Bergerac “by Alessandro Preziosi. Cyrano, the poet and musketeer without “big nose”.

A rewiew by Elisa Poccetti.
(Rome, Teatro Quirino Vittorio Gassman. Friday, January 25, 2013)

Hymn to Love, song Art, the “Cyrano de Bergerac” is always one of the most important plays, where is the love for the poet and Rossana swordsman Cyrano, who, ashamed of his physical appearance (the outer beauty missing), hides his feelings behind the character of Christian, being this poetic words that Ross can not be written by the protagonist. Only at the end he will find out, but it is too late, because Cyrano dies from injuries sustained in battle, and he will stand, winner even in death as well as in his adventurous life musketeer and died under the full moon in the light Poetry.
Directed by Alessandro Preziosi, also the protagonist of the show, it works, is organic and proposes a Cyrano in a classical sense, from simple sets, lighting design by well distributed on the stage, from the evocative music. Cyrano is a consonant without the “nose” false and it seems that the beautiful Precious wants so ironic about his unique little physical defect, the nose a little ‘big words. The interpretation of the actor-director is excellent, while Benjamin Stender, in the role of a Christian, is a bit ‘in the shade, on the other hand is the same score that places him in a dramatic dimension subsidiary to Cyrano. Veronica Visentin also good in the role of Rossana, gentle and strong and emancipated woman at the same time, a modern woman who comes out in some way since his time.
Finally, a good show at the Teatro Quirino in Rome, where Alessandro Preziosi would like to remind its commitment to the association “Adricesta Onlus” (the Italian Association for Research Stem Cell Transplant Assistance).                                                                 

Elisa Poccetti

Interview with our “Cyrano”.
From “IL SETTIMANALE LAZIO”, which aired on: 02/02/2013 (From the minute 00:23:07)                                                                    

(*Click the picture to view  the interview)

From “Il trucco e l’anima” (The make-up and the Soul), Saturday, February 2, 2013
(Chronicles of culture and entertainment, leads Carlotta Tedeschi)
“[…] The actor Alessandro Preziosi, currently on stage at the Teatro Quirino in Rome with” Cyrano de Bergerac “helps us to think about love in the time of Facebook.”
To listen to the interview click here!

Continue, then, to follow our fanpages to stay updated on the tour. A short news updates and paddocks about the stage of Rome.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...